Economia, Lavoro & Società

Cgil, 400 milioni non bastano per la Cig in deroga [Rassegna.it]

17 luglio 2014
By admin
Cgil, 400 milioni non bastano per la Cig in deroga [Rassegna.it]

Il sindacato accoglie positivamente lo stanziamento di fondi per pagare la restante parte del 2013, ma giudica “insufficiente” la copertura prevista per il 2014. Sorrentino: “Sbagliato in questa fase ridurre l’accesso agli ammortizzatori” Cig in deroga: Cgil, 400 milioni non bastano (foto da flickr) (immagini di Fabrizio Ricci) “Apprezziamo lo stanziamento di 400 milioni per pagare la restante parte del 2013 ma gli ulteriori 400 milioni annunciati per quest’anno sono solo un primissimo atto e per altro insufficiente”. È quanto afferma il segretario confederale della Cgil, Serena Sorrentino, in merito a quanto annunciato oggi dal ministro del Lavoro, Giuliano...

Read more »

INPS – Effetto Fornero sulle erogazioni 2013. Il 43% riceve un assegno inferiore a mille euro.

9 luglio 2014
By admin
INPS – Effetto Fornero sulle erogazioni 2013. Il 43% riceve un assegno inferiore a mille euro.

Nel rapporto 2013 dell’Inps si evidenzia un rosso di 9,9 miliardi ma il patrimonio netto è di 7,5 miliardi. L’effetto Fornero si è fatto sentire sulle pensioni erogate nel 2013. C’è stato segna un crollo delle pensioni liquidate: per i dipendenti privati un calo del 32% per le pensioni di anzianità/anticipate e del 57% per la vecchiaia sul 2012. Lo rileva l’Inps nel suo rapporto annuale che mette in evidenza anche «un saldo negativo di 9,9 miliardi in larga parte’ all’ex Inpdap», secondo quanto riporta una nota dell’ente previdenziale. Il patrimonio netto è invece pari a 7,5 miliardi (dato...

Read more »

Gallino: «L’antidoto al Fiscal Compact è la partecipazione popolare» [ilmanifesto]

4 luglio 2014
By admin
Gallino: «L’antidoto al Fiscal Compact è la partecipazione popolare» [ilmanifesto]

Roberto Ciccarelli – il manifesto Intervista. Oggi al via la raccolta firme per il referendum «Stop austerità, sì alla crescita». Il sociologo torinese lo appoggia insieme ad una possibile iniziativa legislativa popolare. «Renzi nasconde la situazione economica. Non se ne rende conto, anche perchè aderisce al credo neoliberale dominante» La flessibilità del rigore produce confusione nel governo. Il sottosegretario Del Rio ha rilanciato gli Union bond, un fondo federale al quale gli stati conferiscono pezzi del loro patrimonio immobiliare usato come garanzia per investimenti strutturali e per diminuire il debito, mentre per il ministro dell’Economia Padoan «la questione non...

Read more »

Che cosa alimenta la disoccupazione [di Luciano Gallino]

11 giugno 2014
By admin
Che cosa alimenta la disoccupazione [di Luciano Gallino]

  di Luciano Gallino, da Repubblica, 10 giugno 2014 Non è affatto vero che lo Stato spende troppo e bisogna quindi tagliarne le spese per tornare sul terreno virtuoso dello sviluppo. È vero invece che lo Stato spende troppo poco rispetto a quanto incassa, venendo così a mancare all’impegno di restituire ai cittadini le risorse che da loro riceve. Il danno maggiore questo squilibrio lo reca all’occupazione. Di fatto, da quasi due decenni la disoccupazione è spinta in alto dal fatto che lo Stato preleva ogni anno dal reddito degli italiani decine di miliardi in più di quanti non...

Read more »

Coop rosse di vergogna tra inchieste e lotte sindacali. Ora nel mirino della Cgil [FQ]

20 maggio 2014
By admin
Coop rosse di vergogna tra inchieste e lotte sindacali. Ora nel mirino della Cgil [FQ]

L’indagine sulle tangenti per l’Expo milanese fotografa un mondo allo sbando. Orfano della politica, ostaggio di padri-padroni inamovibili. Il coinvolgimento nell’inchiesta del gigante Manutencoop e del suo presidente Claudio Levorato non sorprende. La settimana scorsa un duro attacco era arrivato dal segretario generale Susanna Camusso: “Sappiamo bene che veniamo dalle stesse radici, ma proprio per questo ci indigniamo di più quando non si riesce a dare risposta al tema della falsa cooperazione” di Giorgio Meletti Altro che magistrati. L’attacco più duro alle coop cosiddette rosse è venuto dal capo della Cgil, Susanna Camusso. La settimana scorsa, chiudendo il congresso...

Read more »

Irpef: il bonus da 80 euro vale per mobilità, lavoratori cassintegrati e disoccupati [Qn]

14 maggio 2014
By admin
Irpef: il bonus da 80 euro vale per mobilità, lavoratori cassintegrati e disoccupati [Qn]

A prevederlo è una circolare applicativa dell’Agenzia delle Entrate. Tra le novità anche il fatto che le somme percepite come incremento della produttività, tassate al 10%, non concorrono ai fini del bonus ROMA, 14 maggio 2014 – Anche i cassintegrati e i percettori di indennità di mobilità e disoccupazione riceveranno il Bonus Irpef da 80 euro. è quanto prevede una circolare dell’Agenzia delle Entrate che risponde ai dubbi su beneficiari, calcoli e modalità di erogazione del bonus. Fuori dal conto restano le somme percepite a titolo di incremento della produttività che godono di un’imposta sostitutiva al 10%. L’Agenzia delle...

Read more »

Il contratto a termine e la débâcle del Pd [ilmanifesto]

7 maggio 2014
By admin
Il contratto a termine e la débâcle del Pd [ilmanifesto]

di Piergiovanni Alleva, da il manifesto, 4 maggio 2014 La soddisfazione con cui i partiti di centro destra hanno salutato l’ultima versione, uscita dalla Commissione del Senato, del Decreto sui contratti a termine e apprendistato è la miglior certificazione non solo degli ulteriori e quasi incredibili peggioramenti di una legge già pessima, ma della vera e propria banca rotta – non c’è altra parola – della rappresentanza parlamentare del Partito Democratico. Con la sola meritoria eccezione dell’On. Fassina, i parlamentari del Pd si sono lasciati soggiogare da alcuni notissimi nemici storici dei lavoratori e dei sindacati, a cominciare dall’On....

Read more »

Un 1° maggio contro il lavoro [Com Usb]

1 maggio 2014
By admin
Un 1° maggio contro il lavoro [Com Usb]

Ancora un 1° maggio che ricorderemo per l’ennesimo attacco al lavoro portato avanti dal “nuovo” governo, così simile ai governi precedenti, a quelli tecnici, a quelli di centro-sinistra e di centro-destra. Un attacco che si prefigge di aumentare la precarietà attraverso l’ulteriore liberalizzazione dei contratti a tempo determinato e a quelli di apprendistato. Una liberalizzazione che a prescindere dalla demagogia in salsa elettorale si dimostra per quello che è: maggiore precarietà, minori costi per le aziende, minori diritti per i lavoratori. La truffa alla quale stiamo assistendo nei programmi televisivi e sulle pagine dei giornali parla di un presunto...

Read more »

Brancaccio: “Il Jobs Act? Peggio della riforma Fornero” [microMega]

29 aprile 2014
By admin
Brancaccio: “Il Jobs Act? Peggio della riforma Fornero” [microMega]

Per l’economista il provvedimento, malgrado le piccole modifiche introdotte alla Camera, precarizza ulteriormente il mondo del lavoro e si inserisce nel sequel degli ultimi vent’anni: “In Italia abbiamo assistito allo smantellamento progressivo del diritto del lavoro”. E sugli 80 euro inseriti da Renzi nel Def, “l’idea che possano invertire la rotta e farci uscire dalla crisi è peregrina, per la svolta economica ci vuole ben altro”. intervista a Emiliano Brancaccio di Giacomo Russo Spena La bocciatura del Jobs Act è sonora. Emiliano Brancaccio, docente all’Università del Sannio e promotore del “monito degli economisti” contro le politiche europee di austerity,...

Read more »

Fiat, sindacati verso la protesta. A rischio migliaia di posti di lavoro [IlQuot.Basilicata]

29 aprile 2014
By admin
Fiat, sindacati verso la protesta. A rischio migliaia di posti di lavoro [IlQuot.Basilicata]

  Il consorzio delle aziende dell’indotto ha annullato i contratti, la Cgil: “Ci batteremo” di VALERIO PANETTIERI – v.panettieri@luedi.it POTENZA – La mossa dell’Acm, il consorzio che mette insieme le 13 aziende dell’indotto Fiat di Melfi, potrebbe costare cara non solo alla Basilicata, ma all’intero modello dell’automotive italiano. Il recesso di tutti i contratti, anche quelli aziendali e la “minaccia” di uscita dal contratto nazionale suonano infatti come una proposta per nulla velata in movimento verso il cosiddetto “contratto Fiat”. In pratica dal primo luglio l’Acm dovrebbe applicare una nuova piattaforma, costruita sul modello contrattuale della Fiat. E questo,...

Read more »

“Progetto vecchio e pericoloso”. Gallino boccia il Job Act [microMega]

17 aprile 2014
By admin
“Progetto vecchio e pericoloso”. Gallino boccia il Job Act [microMega]

intervista a Luciano Gallino di Giacomo Russo Spena Voce bassa, idee chiare. Come al solito. Gli 80 euro? “Uno spot, era meglio investire quei soldi in nuova occupazione”. La Cgil? “Sta appannando la bandiera di vero sindacato”. E sul Job Act, “è un progetto vecchio vent’anni che porterà all’estremo la precarietà”. Il sociologo Luciano Gallino riflette sulle misure del governo Renzi – dal Def al provvedimento del ministro Poletti – arrivando ad una netta bocciatura: “Sul lavoro non c’è quel cambiamento auspicato”. Professore, partiamo proprio dal Def. Dopo settimane di annunci e proclami, sembra che la montagna abbia partorito...

Read more »

Il casinò finanziario e l’azzardo immorale [RC]

5 aprile 2014
By admin
Il casinò finanziario e l’azzardo immorale [RC]

di Andrea Baranes – sbilanciamoci.info È concepibile che l’Italia abbia cambiato la costituzione per inserirvi il pareggio di bilancio ma non si possa ridiscutere mandato e funzionamento della Bce? Mentre le banche centrali di Usa, Giappone e Gran Bretagna portano avanti, con diverse modalità, politiche espansive e di sostegno ai rispettivi governi, in Ue non avviene nulla di paragonabile. In rari casi (con manovre indicate come Omt) la Bce ha acquistato titoli di Stato, unicamente sul mercato secondario e “in cambio” di impegni a durissime riforme e tagli alla spesa pubblica. Un’azione limitata e come risposta a specifiche situazioni...

Read more »

E-mail private vietate in ufficio? No, secondo la Cassazione [QF]

27 marzo 2014
By admin
E-mail private vietate in ufficio? No, secondo la Cassazione [QF]

Le sentenze più interessanti e curiose della Cassazione - Pur non avendo ‘valore di legge’, le sentenze della suprema Corte di Cassazione costituiscono un precedente rilevante di cui giudici e avvocati tengono sempre conto. La Cassazione rappresenta il massimo organo interpretativo delle leggi nonché l’ultimo grado di giudizio e ha il compito di verificare la corretta applicazione della legge al caso concreto (cosiddetto giudizio di “legittimità” e non di merito). uso improprio del PC aziendale e dell’email Un lavoratore ha impugnato il licenziamento disciplinare intimatogli, a seguito di contestazione disciplinare che gli contestava l’uso improprio di strumenti di lavoro...

Read more »

De Palma (Fiom): “Renzi rottama il lavoro, la Cgil di Camusso resta subalterna”

25 marzo 2014
By admin
De Palma (Fiom): “Renzi rottama il lavoro, la Cgil di Camusso resta subalterna”

Michele De Palma, esponente della Fiom, boccia le misure di Renzi: “Nel provvedimento manca una vera politica di redistribuzione delle ricchezze, intenzione del governo è dividere ulteriormente il già frammentato mondo del lavoro”. E anche sulla Cgil, i toni sono duri: “Rischia di subire l’unilateralismo aziendale finendo soltanto per erogare dei servizi”. colloquio con Michele De Palma di Giacomo Russo Spena “Nessuna svolta, anzi”. La spending review? “Senza un aumento della tassazione sulle ricchezze è in discussione il diritto stesso di cittadinanza”. E sulla Cgil, la critica è dura: “Ormai si va verso un sindacato unico”. Michele De Palma,...

Read more »

Tutte le balle del governo Renzi sulla casa [RC]

25 marzo 2014
By admin
Tutte le balle del governo Renzi sulla casa [RC]

  di Nando Mainardi – Il cosiddetto “decreto affitti”, approvato dal governo Renzi mercoledì scorso, è la più classica delle bufale: presentato come un passo importante verso il superamento dell’emergenza abitativa, è in realtà un contributo ulteriore al restringimento degli spazi di intervento pubblico su questo fronte. In Italia ci sono due milioni di persone che vivono in condizioni di bisogno economico e di precarietà abitativa: degli spot propagandistici del governo non se ne fanno nulla. Se oggi ci sono 650.000 nuclei familiari – secondo i dati diffusi da Federcasa – in graduatoria per l’assegnazione di una casa popolare...

Read more »

Jobs Act: precari per decreto e per sempre [ilmanifesto]

25 marzo 2014
By admin
Jobs Act: precari per decreto e per sempre [ilmanifesto]

di Piergiovanni Alleva, da il manifesto, 14 marzo 2014 - C’è da essere indignati, certamente e anzitutto, per il contenuto dell’annunziato Decreto che precarizza definitivamente il mercato del lavoro. La riforma del contratto di lavoro a termine e di apprendistato che Matteo Renzi ha annunciato, come unica misura con­creta e imme­diata in mezzo allo scop­piet­tio dei suoi annunci di riforma, pre­clude per il futuro l’accesso ad un lavoro stabile a tutti i lavoratori giovani e adulti. Ma indignazione anche per il modo assolutamente passivo con cui le forze politiche “di sinistra” e le organizzazioni sindacali hanno accolto la notizia,...

Read more »

Quello che il Jobs Act non dice [Assbl.Lavoratori]

25 marzo 2014
By admin
Quello che il Jobs Act non dice [Assbl.Lavoratori]

di Alessandro Brunetti* La cifra del giovane Renzi incomincia ad assumere contorni ogni giorno più chiari. Un agire politico in due fasi, prima le immagini semplici ed evocative, che promettono che tutto andrà bene, poi l’azione di governo che nulla ha a che fare con la favola. Il parto finale (quantomeno in materia di lavoro) è un topolino. Un topolino mannaro che divora diritti soggettivi e dignità. Al momento, a proposito del famoso Jobs Act, abbiamo davanti esclusivamente un comunicato stampa della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ci informa della prossima emanazione sia di un Decreto Legge che...

Read more »

C’erano una volta le Coop [FQ]

14 marzo 2014
By admin
C’erano una volta le Coop [FQ]

STORIE DI ORDINARIA PRECARIZZAZIONE DEL LAVORO, COMPRESSIONE DEI DIRITTI E COMPORTAMENTI ANTI-SINDACALI NEL SISTEMA DI IMPRESE “DI SINISTRA” DA CUI PROVIENE IL TITOLARE DEL LAVORO di Marco Palombi Giuliano Poletti dice ai sindacati di non preoccuparsi: il decreto sul lavoro non aumenta la precarietà. Il ministro del Lavoro ci mette la sua faccia gioviale di neopolitico e di guida ultradecennale del sistema cooperativo attraverso Legacoop, la Confindustria rossa: diritti, progressismo, solidi legami con la filiera Pci-Ds-Pd e, ovviamente, con la Cgil. Come si fa a non fidarsi? Qualche motivo, a ben guardare, c’è: aziende nate attorno a mutualismo e...

Read more »