Ribaltata in Appello la sentenza di 1° negativa per un lavoratore HPDCS * Confermata la vittoria invece per altri 9 lavoratori [di Stefano Torcellan]

16 novembre 2010
By admin

Che altro aggiungere se non il fatto che l’esternalizzazione di HPDCS si riconferma fittizia nella maggior parte dei tribunali d’Italia. Soprattutto a Roma dove sussiste la maggiore concentrazione di lavoratori che si sono rivolti alla Magistratura.

Perfino un lavoratore, sempre di Roma che, “stranamente” rispetto alle vittoriose performance giudiziarie dei suoi stessi colleghi, si era visto respingere il ricorso in primo grado di giudizio, ora può ritenersi più che appagato, perché la sentenza a lui sfavorevole è stata riformata ed i giudici di Appello hanno dato ragione al lavoratore, ora legalmente dipendente di Telecom Italia. Sentenza eclatante sotto un certo punto di vista, perché si è provveduto a recuperare una “pecorella smarrita”. Infatti, la stragrande maggioranza delle sentenze emesse in primo grado contro Telecom e HPDCS, sono a favore dei lavoratori.

Grande soddisfazione anche per i nove lavoratori che hanno “dovuto” apprezzare la riconferma in Appello della vittoria conseguita in primo grado, consolidando una posizione che dal punto di vista procedurale diviene molto meno vulnerabile. In Cassazione, gli avvocati di Telecom dovranno ricercare con la lente eventuali vizi di forma o di erronea applicazione delle normative, “sfuggite” ai giudici precedenti (ben quattro), per ribaltare un assetto procedurale stabilizzato.

Con queste prime due sentenze favorevoli, in secondo grado di giudizio, i lavoratori di Telecom Italia “domiciliati” in HPDCS, inaugurano il raggiungimento di una meta importante, che li avvicina alla vittoria definitiva e questo vuole essere anche il mio augurio.

Stefano Torcellan

scarica il pdf dell’articolo: Riformata sentenza neg HPDCS Roma

sentenza omissis: Sentenza Appello Trib Roma TI HPDCS 11nov10 AP

Tags:

5 Responses to Ribaltata in Appello la sentenza di 1° negativa per un lavoratore HPDCS * Confermata la vittoria invece per altri 9 lavoratori [di Stefano Torcellan]

  1. MAURO on 23 novembre 2010 at 11:03

    Massimo Rossini…IL LAVORATORE INGIUSTAMENTE ESTERNALIZZATO DOVREBBE IMMEDIATAMENTE ESSERE REINTEGRATO AL SUO ORIGINARIO POSTO DI LAVORO, E NON USATO COME MERCE DI SCAMBIO.NON RISPETTARE LE SENTENZE DOVREBBE COMPORTARE DELLE PENALI…ALTRO CHE!QUI IN ITALIA, L’AZIENDA CEDENTE CHE HA COMMESSO L’ILLECITA ESTERNALIZZAZIONE , INVECE DI REINTEGRARE, FA ORECCHIE DA MERCANTE…; MENTRE INVECE L’AZIENDA CESSIONARIA, PER DEI SUOI TORNACONTI, MANDA IN CASSA INTEGRAZIONE (O IN MOBILITA’) DEI LAVORATORI RITENUTI, PER LEGGE, APPARTENENTI AD ALTRA AZIENDA …E SENZA CHE NESSUNO RECLAMA QUESTO SPERPERO DI DENARO PUBBLICO!OVVIAMENTE OGNI RIFERIMENTO A FATTI , COSE, PERSONE O AZIENDE E’ PURAMENTE CASUALE……………………………….

  2. Massimo Rossini on 20 novembre 2010 at 09:48

    Ho letto la sentenza, ma al lavoratore esternalizzato non spetterebbero gli stipendi tutti dalla data di esternalizzazione basandosi sulla richiamata sentenza di Cassazione 21006/05, qui vedo che sono stati richiesti solo 75000 euro…

  3. Andrea on 17 novembre 2010 at 19:14

    Se in Italia ci fosse una vera Giustizia (e non quella distrutta dai politici del malaffare) questa odissea sarebbe gia’ finita !!

  4. MAURO GIOVANNINI on 17 novembre 2010 at 11:29

    Il primo marzo 2011 prossimo ci sara’ un’altra vittoria in appello!Spero solamente che HP DCS(o CDS poco importa!) prenda visione del fatto che SIAMO DIPENDENTI TELECOM ITALIA SPA !!! E NON DI HP DCS SRL!!!!E QUESTO NON LO DICIAMO SOLAMENTE NOI,ED IO IN PARTICOLARE, MA LA MAGISTRATURA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. Mario on 16 novembre 2010 at 20:58

    Doveva essere la migliore esternalizzazione e invece dopo 7 anni la conferma di come sia stato tutto un bluff per espellere il personale, sottopagato, con continue mobilità, personale licenziato,quest’anno pure la Cassa Integrazione…..Ancora adesso dopo tutti questi anni, per questi poveri lavoratori rimane il calvario (e ancora una decina anni di attesa) della Cassazione, quale Giustizia, quale Democrazia c’e’ per i piu’ deboli in questa Italia ????

Lascia un Commento