Blog Archives

Leopolda vs piazza San Giovanni: la differenza visibile tra destra e sinistra [di Luciano Gallino]

1 novembre 2014
By admin
Leopolda vs piazza San Giovanni: la differenza visibile tra destra e sinistra [di Luciano Gallino]

di Luciano Gallino Non si sa chi sia, il regista delle due manifestazioni contemporanee della scorsa settimana, piazza San Giovanni e Leopolda. Di certo è un grande talento. Il contrasto tra lo scenario dei due eventi non poteva venire realizzato in modo più efficace. Da un lato un gran sole, il cielo azzurro, uno spazio amplissimo, una folla sterminata, brevi discorsi su temi concreti. Dall’altra un garage semibuio dove non si riusciva a vedere al di là di una decina di metri, un centinaio di tavoli dove si parlava di tutto, un lungo discorso del presidente del Consiglio in...

Read more »

Call Center: Dichiarazione Stampa di Michele Azzola – Accenture e British Telecom licenziano i 262 dipendenti di Palermo

1 novembre 2014
By admin
Call Center: Dichiarazione Stampa di Michele Azzola – Accenture e British Telecom licenziano i 262 dipendenti di Palermo

  E’ arrivata oggi la procedura per il licenziamento dei 262 lavoratori di Accenture a Palermo, dedicati alla commessa British Telecom. Questo dopo le tranquillizzanti affermazioni del Ministro Guidi che a seguito dell’incontro dello scorso 7 ottobre al Mise aveva dichiarato che “il Governo ha tutelato tutti i lavoratori”. Invece il Ministero non ha ritenuto di dover proporre soluzioni alternative ai licenziamenti limitandosi a prendere atto dell’indisponibilità di British Telecom di mantenere l’occupazione nel sito, che nel frattempo ha già spostato le commesse su altri territori che le gestiscono con personale precario e al di fuori delle previsioni di legge. Il Governo continua a latitare anche su...

Read more »

Big Bang, l’ultima non-novità di papa Francesco [di Piergiorgio Odifreddi]

1 novembre 2014
By admin
Big Bang, l’ultima non-novità di papa Francesco [di Piergiorgio Odifreddi]

di Piergiorgio Odifreddi, da Repubblica.it Finalmente, dopo tanti discorsi vaghi e generici, che permettevano ai media di attribuirgli una modernità inesistente, papa Francesco ha tenuto un discorso alla Pontificia Accademia delle Scienze, ha parlato di cosmologia e di evoluzionismo, e ha sostenuto che le due teorie scientifiche non solo non contraddicono il creazionismo divino, ma lo postulano come principio. Prima che cominci il rullio dei tamburi, che già si sente nei titoli di agenzia, è bene notare che si tratta di posizioni già dette e ripetute: rispettivamente, da Pio XII e da Giovanni Paolo II, in due discorsi alla...

Read more »

Acqua e beni comuni, appello di Alex Zanotelli

1 novembre 2014
By admin
Acqua e beni comuni, appello di Alex Zanotelli

“Tra i tanti processi di privatizzazione dei servizi pubblici in corso, quello dell’accesso all’acqua è il più criminale,” ha scritto l’attivista R. Lessio nel suo libro All’ombra dell’acqua. “Un progetto folle a cui possono credere solo persone profondamente malate , ammalate del nulla.” E in questo paese sono tante le persone  ‘ammalate del nulla’, che spingono di nuovo l’Italia verso la privatizzazione dell’acqua. E questo nonostante il Referendum (11-12 giugno 2011), quando 26 milioni di italiani hanno sancito che l’acqua deve essere tolta dal mercato e che non si può fare profitto su un bene così fondamentale . A...

Read more »

Lo sciopero? Un’arma spuntata [microMega]

1 novembre 2014
By admin
Lo sciopero? Un’arma spuntata [microMega]

di Civil Servant Alla fine la CGIL ha timidamente rispolverato la minaccia dello sciopero generale contro il Jobs Act. Ma, a differenza di qualche anno fa, l’annuncio non ha spaventato nessuno. Anzi c’è chi ha assimilato lo sciopero ad un volgare ricatto e perfino chi si è meravigliato che per i dipendenti pubblici fosse ancora legale astenersi dal lavoro. Tutto questo è potuto accadere perché in tempi di crisi lo sciopero è un’arma spuntata ed anzi rischia di avvantaggiare la controparte. Dopo tutto un bello sciopero è proprio quello che ci vuole quando la produzione non tira e una...

Read more »

Dove va la Cgil? [di Giorgio Cremaschi]

1 novembre 2014
By admin
Dove va la Cgil? [di Giorgio Cremaschi]

di Giorgio Cremaschi La Cgil porta in piazza la sua forza assieme a tutte le sue contraddizioni. In questi decenni il principale sindacato italiano da un lato è stato l’attore sociale della sinistra, perfettamente collaterale al Pd, dall’altro ha ripetutamente tentato un patto dei produttori con l’impresa, per agire di concerto con essa rispetto al potere politico. Entrambi questi capisaldi della strategia della Cgil ora franano clamorosamente e il suo gruppo dirigente non sa letteralmente che fare, il che non è un buon messaggio da trasmettere ad una piazza. Certo ci saranno altre mobilitazioni e magari anche uno sciopero...

Read more »

Proposta per superare la societarizzazione del Caring [Com Ugl Comun.]

1 novembre 2014
By admin
Proposta per superare la societarizzazione del Caring [Com Ugl Comun.]

Premessa: Gli accordi di marzo 2013, per quanto riguarda il Caring Services, sono stati sottoscritti dalle Parti anche con lo scopo di consentire recupero di produttività e ridurre il gap competitivo di efficienza e produttività della Divisione stessa. La verifica prevista doveva: · riscontrare l’applicazione dei contenuti degli accordi stessi; · costituire elemento di valutazione in relazione alla decisione aziendale di procedere alla societarizzazione del Caring Services. Durante gli incontri sindacali di verifica, la Direzione aziendale ha comunicato che gli accordi di marzo 2013 hanno consentito un recupero di 60 mln di euro sull’EBITDA, che continua comunque a registrare...

Read more »

Lidia Undiemi: “Il ricatto dei mercati”, dal 16 ottobre in libreria

1 novembre 2014
By admin
Lidia Undiemi: “Il ricatto dei mercati”, dal 16 ottobre in libreria

  Difendere la democrazia, l’economia reale e il lavoro dall’assalto della finanza internazionale Prefazione di Roberto Scarpinato * editore: Ponte alle Grazie pp. 272; euro: 16,00 «Non si può fare altrimenti. Ce lo chiedono i mercati»: è la formula dietro cui politici di spicco e buona parte degli economisti si trincerano quando devono giustificare le misure draconiane che stanno mettendo in ginocchio l’Italia. Ma è davvero così? Quali gruppi e interessi concreti si celano dietro queste entità inafferrabili che esprimono la loro preoccupazione, avanzano richieste, e, all’occorrenza, fanno cadere governi legittimamente eletti? L’inchiesta di Lidia Undiemi risponde analizzando le...

Read more »

Lavoro, Conti: “Rivoluzione sì, ma peggiorativa. Il 25 ottobre in piazza” [UGL]

22 ottobre 2014
By admin
Lavoro, Conti: “Rivoluzione sì, ma peggiorativa. Il 25 ottobre in piazza” [UGL]

“Quella che sta avvenendo nel mondo del lavoro è sicuramente una rivoluzione, come afferma il premier Renzi, ma in termini peggiorativi con misure che di certo non creeranno occupazione stabile: il risultato sarà solo una drastica riduzione delle tutele. Ecco perché il 25 ottobre saremo in piazza a Roma, per ribadire che quella che vogliamo è un’Italia per il lavoro”. Lo dichiara il segretario confederale dell’Ugl, Stefano Conti, aggiungendo come “partendo da piazza della Bocca della Verità, le nostre bandiere sventoleranno per ribadire ‘no’ ad una riforma che modifica in senso peggiorativo l’articolo 18 e che, cosa ancor più...

Read more »

Dopo ennesimi licenziamenti: Sciopero nazionale e Notte Bianca dei Call Center il 21 novembre [Com OOSS]

20 ottobre 2014
By admin
Dopo ennesimi licenziamenti: Sciopero nazionale e Notte Bianca dei Call Center il 21 novembre [Com OOSS]

  Le Segreterie Nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil hanno deciso di dichiarare la seconda giornata di sciopero nazionale del settore con manifestazione da tenersi a Roma il prossimo 21 novembre, nell’ambito di un evento più ampio, una vera e propria NOTTE BIANCA DEI CALL CENTER In cui le organizzazioni sindacali inviteranno mondo della cultura, dello spettacolo, della società civile e della politica ad incontrare e confrontarsi con i lavoratori del settore e a solidarizzare con loro nella dura vertenza che li contrappone al Governo. Mentre la vertenza che vede contrapposte British Telecom e Accenture con 262 licenziamenti non ha ancora trovato...

Read more »

La Cgil escluda dall’organizzazione chi ha votato la fiducia!

19 ottobre 2014
By admin
La Cgil escluda dall’organizzazione chi ha votato la fiducia!

di Sergio Bellavita - Basta con i politici che nelle aule del parlamento votano le leggi contro le lavoratrici e i lavoratori e il sabato ci danno le pacche sulle spalle nelle manifestazioni. Chi ha votato la fiducia sul Jobs Act non venga alla manifestazione del 25 ottobre della Cgil. Siamo pronti a contestarli. Chiediamo che tutti e tutte coloro, iscritti alla Cgil, che nel parlamento  hanno votato la fiducia sul Jobs Act vengano esclusi dall’organizzazione. Ci sono diversi ex dirigenti di prestigio che hanno votato la fiducia sul jobs Act. Secondo noi si sono resi responsabili di operare...

Read more »

Per cambiare l’Italia: manifestazione nazionale CGIL Roma 25 ottobre

19 ottobre 2014
By admin
Per cambiare l’Italia: manifestazione nazionale CGIL Roma 25 ottobre

pdf: Volantino

Read more »

La guerra nella classe. Il disegno di Renzi [ControPiano]

19 ottobre 2014
By admin
La guerra nella classe. Il disegno di Renzi [ControPiano]

Aldo Carra E’ diventato da qualche tempo un contenitore senza più idee politiche rilevanti, ma in qualche caso – come accade nei contenitori incapaci di selezionare – vi cade dentro qualcosa di interessante. Parliamo de il manifesto, croce e non più delizia del pensiero critico italiano. Questa analisi del renzismo, scritta da Aldo Carra, merita di essere letta, ragionata e discussa. Si interseca in molti punto con quanto anche su queste pagine andiamo scrivendo, ma ha il pregio di presentare in forma sistematica considerazioni che altrimenti restano volatili o in ordine sparso. Non ci interessa qui discuterne l’approccio, più...

Read more »

Lavoro, Rossi: “No agli ‘inganni’, con Jobs Act contratto indeterminato diventa determinato” [UGL]

19 ottobre 2014
By admin
Lavoro, Rossi: “No agli ‘inganni’, con Jobs Act contratto indeterminato diventa determinato” [UGL]

Il 25 ottobre in piazza per chiedere vere politiche occupazionali “Il 25 ottobre saremo in piazza per dire ‘basta’ ai giri di parole: assumere un lavoratore a tempo indeterminato, ma senza la tutela dell’articolo 18, equivale ad assumerlo a tempo determinato, in quanto l’azienda sarà libera di licenziarlo all’interno dei tre anni o più, a seconda di ciò che sarà deciso dal ministro Poletti”. Lo dichiara il segretario confederale dell’Ugl, Ermenegildo Rossi, aggiungendo che “con le modifiche allo Statuto dei lavoratori verranno inoltre azzerate anche le garanzie per coloro che, con un contratto a tempo determinato, fino ad oggi...

Read more »

Jobs Act: L’uguaglianza secondo Renzi [Sallca-Cub]

19 ottobre 2014
By admin
Jobs Act: L’uguaglianza secondo Renzi [Sallca-Cub]

Dopo tanti anni di ingiustizia sociale, finalmente il governo Renzi ha scoperto che ci sono lavoratori garantiti e lavoratori senza garanzie e ha deciso, attraverso il “Jobs Act”, di superare questo stato di disuguaglianza inaccettabile: via le garanzie per tutti!! Il dibattito sulle tutele crescenti (ma non troppo) per i neoassunti è cascato ancora una volta sulla vecchia questione dell’art.18 e ancora una volta sta scadendo a livelli aberranti. Si sostiene che per aumentare l’occupazione si deve…licenziare. Non aggiungiamo commenti, anche perchè nell’epoca delle guerre “umanitarie” la logica non è più di casa. Pare che in questo paese, a...

Read more »

Legge di stabilità: per Squinzi è un sogno realizzato, per i lavoratori sarà un altro incubo [Com Usb]

19 ottobre 2014
By admin
Legge di stabilità: per Squinzi è un sogno realizzato, per i lavoratori sarà un altro incubo [Com Usb]

Se qualcuno pensava che un barlume di buon senso avesse scosso il governo Renzi che dichiara una Legge di Stabilità con meno tasse e addirittura l’impiego di risorse per rilanciare l’economia e l’occupazione, è bene che si svegli dal sogno e guardi in faccia la realtà. L’unico che dichiara la sua “piena soddisfazione” è il presidente della Confindustria Squinzi, che aggiunge che le misure del governo “vanno esattamente nella direzione da noi auspicata in tanti anni” e che spiega e sintetizza il senso di ciò che hanno realizzato il trio Renzi/Padoan/Poletti:”Ieri quando il presidente del Consiglio ha presentato le...

Read more »