Blog Archives

Contratti a termine, Alleva: Uno sconcio etico e incostituzionale [ilmanifesto]

26 marzo 2014
By admin
Contratti a termine, Alleva: Uno sconcio etico e incostituzionale [ilmanifesto]

“… chi tra governanti e uomini politici, e, peggio ancora sindacalisti, pur comprendendo questa indiscutibile verità, non si ribella e non si oppone … è persona moralmente spregevole ed indegna del suo ruolo…” di Piergiovanni Alleva* Il governo non ha perso tempo con il decreto legge (n. 34, 20 Marzo) che, liberalizzando i contratti a termine, divenuti ora sempre “acausali”, condanna al “precariato a vita” tutti quelli che, giovani e vecchi, troveranno o cambieranno lavoro. E’ un crimine sociale di enorme proporzioni, commesso nell’indifferenza quasi totale di partiti e sindacati, con l’eccezione — va riconosciuto — della Cgil e...

Read more »

Electrolux: siglata intesa, ok proroga 1 anno solidarieta’ [Agi]

26 marzo 2014
By admin
Electrolux: siglata intesa, ok proroga 1 anno solidarieta’ [Agi]

(AGI) – Roma, 26 mar. – Intesa tra Electrolux e sindacati per la proroga di un anno dei contratti di solidarieta’ a oltre 3 mila lavoratori. E’ quanto si legge in una nota della Fim al termine dell’incontro tra la direzione del Gruppo Electrolux con Fim, Fiom Uilm Nazionali e provinciali e il coordinamento delle Rsu del gruppo Electrolux. Nel corso della riunione che si e’ svolta a Mestre – si legge nella nota – “e’ stato definito un accordo che proroga l’utilizzo dei contratti di solidarieta’ per fare fronte alle problematiche occupazionali per un ulteriore...

Read more »

Accordo 10 gennaio sindacati e Confindustria, Usb presenta ricorso: “L’accordo tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria è anticostituzionale” [Today]

25 marzo 2014
By admin
Accordo 10 gennaio sindacati e Confindustria, Usb presenta ricorso: “L’accordo tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria è anticostituzionale” [Today]

L’Unione sindacale di base ha presentato ricorso al tribunale civile contro l’accordo firmato da Cgil, Cisl, Uil e Confindustria sulla rappresentanza sui luoghi di lavoro. Tomaselli (Usb): “Fine della democrazia”. Cremaschi (minoranza Cgil): “Camusso, Bonanni e Angeletti vogliono governare a prescindere” Daniele Nalbone Facciamo un gioco. Si vota per le elezioni politiche. Ma ad essere “votabili” sono solo il partito di centrosinistra, il partito di centro, il partito di centrodestra. Tutti gli altri partiti, che pure esistono, hanno un segretario, degli iscritti, dei militanti, non possono essere votati. I loro nomi e i loro simboli non possono essere sulla...

Read more »

850mila euro l’anno per Moretti sono pochi: che ne dice l’Italia che va in treno? [microMEGA]

25 marzo 2014
By admin
850mila euro l’anno per Moretti sono pochi: che ne dice l’Italia che va in treno? [microMEGA]

di Rossella Guadagnini Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, non vuole ridotto lo stipendio. La notizia arriva a seguito della ventilata iniziativa del governo Renzi di abbassare il tetto dei compensi per i manager delle grandi partecipate pubbliche. Preoccupazione comprensibile la sua, specie di questi tempi, eccetto che per un piccolo particolare: il suo compenso è di 850mila euro l’anno. E fin qui nulla di nuovo sotto il sole. Ma, come precisa in una dichiarazione, la seccatura è che l’omologo tedesco “prende tre volte e mezzo tanto”. Dunque, oltre all’apprensione di non arrivare a fine mese, lui...

Read more »

La crisi delle strane coppie [di Giorgio Cremaschi]

25 marzo 2014
By admin
La crisi delle strane coppie [di Giorgio Cremaschi]

Già prima delle ultime elezioni politiche, di fronte alle  contestazioni sulla passività della CGIL da quando si era insediato il governo Monti, Susanna Camusso aveva risposto che il sindacato da solo non avrebbe potuto farcela. Per questo era indispensabile una sponda politica, che tutto il gruppo dirigente del maggiore sindacato italiano identificava nella vittoria di Bersani. Si sa come è andata. Allontanatasi la sponda politica, per non essere travolta dalla piena del torrente della crisi, la CGIL ha cercato di aggrapparsi a CISL UIL e Confindustria. La dottrina delle “parti sociali” che nasce nella CISL e nel mondo democristiano,...

Read more »

UAAR – Come far saltare il banco dell’Otto per Mille

25 marzo 2014
By admin
UAAR – Come far saltare il banco dell’Otto per Mille

In Italia le primavere sono ormai annunciate dalle dichiarazioni dei redditi. Più che le rondini, sono gli avvoltoi che volteggiano intorno al lauto banchetto, a cominciare da quelli di I Feel Cud: un concorso a premi con cui la Cei invia i giovani cattolici a estorcere ai vecchietti qualche firma in più a favore della Chiesa cattolica. Il montepremi dell’Otto per Mille Irpef ammonta infatti a oltre un miliardo e duecento milioni: una somma enorme, specialmente di questi tempi. E meritevole di un utilizzo migliore. Cosa possono fare i bravi cittadini laici? Per cominciare, informare sul...

Read more »

“Oca pro nobis”, un sillabo anticlericale [microMEGA]

25 marzo 2014
By admin
“Oca pro nobis”, un sillabo anticlericale [microMEGA]

Pubblichiamo la recensione di Michele Martelli e la prefazione di Carlo Augusto Viano al libro “Oca pro nobis” di Carlo Cornaglia, Filippo D’Ambrogi, Walter Peruzzi e Maria Turchetto (Odradek). Un’opera satirica brillante e insolita che con disegni, prose, versi e anche musica prende di mira contraddizioni e imposture della dottrina cattolica. di Michele Martelli Un libro divertente e istruttivo, per grandi e per piccini: Oca pro nobis. Controsillabo giocoso e irriverente (Roma, Odradek, 2013). Facile e snello, fatto di poesie e prose, disegni e canzonette (fruibili con uno smartphone o un pc), impostato come un tabellone del gioco dell’oca,...

Read more »

Quelli che si applicano con zelo nel non applicare la legge 194 [U.A.A.R.]

25 marzo 2014
By admin
Quelli che si applicano con zelo nel non applicare la legge 194 [U.A.A.R.]

Se in Spagna la possibilità di abortire è stata drasticamente ristretta dalla nuova legge voluta dal Partito Popolare, in Italia le cose vanno solo leggermente meglio. La legge ha compiuto 35 anni e li porta anche abbastanza bene, ha scritto Mariella Gramaglia: non solo gli aborti sono stati dimezzati, ma “abbiamo il tasso di abortività fra le minorenni più basso del mondo sviluppato (4,5 per mille) e, cosa ancor più straordinaria, la grande maggioranza arriva in ospedale con il consenso dei genitori, senza passare per il giudice tutelare”. Tuttavia, i tentativi di svuotarla dei suoi contenuti e di non...

Read more »

De Palma (Fiom): “Renzi rottama il lavoro, la Cgil di Camusso resta subalterna”

25 marzo 2014
By admin
De Palma (Fiom): “Renzi rottama il lavoro, la Cgil di Camusso resta subalterna”

Michele De Palma, esponente della Fiom, boccia le misure di Renzi: “Nel provvedimento manca una vera politica di redistribuzione delle ricchezze, intenzione del governo è dividere ulteriormente il già frammentato mondo del lavoro”. E anche sulla Cgil, i toni sono duri: “Rischia di subire l’unilateralismo aziendale finendo soltanto per erogare dei servizi”. colloquio con Michele De Palma di Giacomo Russo Spena “Nessuna svolta, anzi”. La spending review? “Senza un aumento della tassazione sulle ricchezze è in discussione il diritto stesso di cittadinanza”. E sulla Cgil, la critica è dura: “Ormai si va verso un sindacato unico”. Michele De Palma,...

Read more »

Tutte le balle del governo Renzi sulla casa [RC]

25 marzo 2014
By admin
Tutte le balle del governo Renzi sulla casa [RC]

  di Nando Mainardi – Il cosiddetto “decreto affitti”, approvato dal governo Renzi mercoledì scorso, è la più classica delle bufale: presentato come un passo importante verso il superamento dell’emergenza abitativa, è in realtà un contributo ulteriore al restringimento degli spazi di intervento pubblico su questo fronte. In Italia ci sono due milioni di persone che vivono in condizioni di bisogno economico e di precarietà abitativa: degli spot propagandistici del governo non se ne fanno nulla. Se oggi ci sono 650.000 nuclei familiari – secondo i dati diffusi da Federcasa – in graduatoria per l’assegnazione di una casa popolare...

Read more »

Jobs Act: precari per decreto e per sempre [ilmanifesto]

25 marzo 2014
By admin
Jobs Act: precari per decreto e per sempre [ilmanifesto]

di Piergiovanni Alleva, da il manifesto, 14 marzo 2014 - C’è da essere indignati, certamente e anzitutto, per il contenuto dell’annunziato Decreto che precarizza definitivamente il mercato del lavoro. La riforma del contratto di lavoro a termine e di apprendistato che Matteo Renzi ha annunciato, come unica misura con­creta e imme­diata in mezzo allo scop­piet­tio dei suoi annunci di riforma, pre­clude per il futuro l’accesso ad un lavoro stabile a tutti i lavoratori giovani e adulti. Ma indignazione anche per il modo assolutamente passivo con cui le forze politiche “di sinistra” e le organizzazioni sindacali hanno accolto la notizia,...

Read more »

Quello che il Jobs Act non dice [Assbl.Lavoratori]

25 marzo 2014
By admin
Quello che il Jobs Act non dice [Assbl.Lavoratori]

di Alessandro Brunetti* La cifra del giovane Renzi incomincia ad assumere contorni ogni giorno più chiari. Un agire politico in due fasi, prima le immagini semplici ed evocative, che promettono che tutto andrà bene, poi l’azione di governo che nulla ha a che fare con la favola. Il parto finale (quantomeno in materia di lavoro) è un topolino. Un topolino mannaro che divora diritti soggettivi e dignità. Al momento, a proposito del famoso Jobs Act, abbiamo davanti esclusivamente un comunicato stampa della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ci informa della prossima emanazione sia di un Decreto Legge che...

Read more »

Unicredit: l’Italia in un microcosmo (parte seconda) [C.U.B.-S.A.L.L.C.A.]

21 marzo 2014
By admin
Unicredit: l’Italia in un microcosmo (parte seconda) [C.U.B.-S.A.L.L.C.A.]

Ricordate il comunicato dello scorso dicembre dal titolo “Unicredit: l’Italia in un microcosmo”? In quel comunicato si riportava l’ennesima brutta pagina sindacale nel Gruppo Unicredit. Le sigle sindacali avevano firmato un accordo che mandava a casa 600 bancari anziani e costosi con il sistema del prepensionamento. A casa senza il loro consenso ma, come detto, con la benedizione di tutte le organizzazioni sindacali (ad esclusione delle RSA FISAC del Lazio: né quella di UBIS, né quella di UNICREDIT – RETE hanno firmato l’accordo del novembre 2012, nonostante fossero le uniche titolate a farlo, come prevede la Legge 223, perché solo nel Lazio c’erano 5 o...

Read more »

Telecom, è ufficiale: Telco candida Recchi alla presidenza [CorrCom]

21 marzo 2014
By admin
Telecom, è ufficiale: Telco candida Recchi alla presidenza [CorrCom]

Il presidente di Eni guiderà la lista della holding che controlla Ti in vista del rinnovo del cda. Confermati Marco Patuano, Tarak Ben Hammar e Jean Paul Fitoussi. Tra gli altri nomi Flavio Cattaneo, ad di Terna e Denise Kingsmill, parlamentare britannica. Per Findim in pole Vito Gamberale - di A.S. - E’ il presidente dell’Eni, Giuseppe Recchi (nella foto), il capolista di Telco, la holding che controlla il 22,4% di Telecom Italia, in vista del rinnovo del consiglio di amministrazione della compagnia telefonica. Il cda della holding, che si è riunito questa mattina alle 12, ha...

Read more »

Telecom investe nell’ultrabanda [Corr.delMezzogiorno-Catania]

21 marzo 2014
By admin
Telecom investe nell’ultrabanda [Corr.delMezzogiorno-Catania]

  Si parte da Palermo – Nel capoluogo la copertura della fibra ottica per rete fissa ha ormai raggiunto l’80 per cento, si punta al 90 entro quest’anno PALERMO – Il gruppo Telecom investe nell’ultrabanda e per farlo parte dalla Sicilia e da Palermo. Nel capoluogo la copertura della fibra ottica per rete fissa ha ormai raggiunto l’80%, con l’obiettivo di arrivare al 90% entro quest’anno. Palermo e Catania sono le prime città italiane che Telecom ha scelto per il lancio di questi nuovi servizi su rete fissa, che permettono di utilizzare la connessione Ultrabroadband alla velocità di 30...

Read more »

Lazio: Vincono l’acqua pubblica e la partecipazione

20 marzo 2014
By admin
Lazio: Vincono l’acqua pubblica e la partecipazione

Approvata la prima legge in Italia per la gestione pubblica e partecipata dell’acqua, presentata da cittadini e comuni. Dopo la straordinaria vittoria referendaria di giugno 2011, dopo un percorso durato due anni che ha intrecciato le esperienze dei comitati e di numerosi comuni del Lazio, dopo 12 mesi di pressioni sul Governo Regionale, oggi, 17 marzo, finalmente, è stata approvata all’unanimità la proposta di Legge popolare n°31, per la gestione pubblica e partecipata del servizio idrico nella Regione Lazio. Una legge che recepisce i risultati referendari, a partire dalla definizione di servizio idrico come servizio di interesse generale da...

Read more »